simoadmin

Il marmo: Michelangelo e il marmo a Carrara

Il marmo: Michelangelo e il marmo a Carrara

Il grande Michelangelo Buonarroti (Caprese, 1475 – Roma, 1564), pur non avendo lasciato opere a Carrara, ebbe sempre un rapporto strettissimo con la città, soggiornandovi più volte per compiere frequenti visite alle cave, al fine di scegliere di persona i marmi che avrebbero dato vita alle sue opere: in piazza…

Il marmo: la storia del marmo dai romani a oggi

Il marmo: la storia del marmo dai romani a oggi

Tutto il territorio delle Alpi Apuane è caratterizzato dalla presenza di immensi giacimenti di marmo pregiato e famoso in tutto il mondo, la cui escavazione, secondo le testimonianze storiche, risale almeno al 155 a.C., quando venne scolpito il primo monumento in marmo del Polvaccio, località nel bacino di Torano (quest’ultimo…

Il marmo: i principali impieghi

Il marmo: i principali impieghi

Siamo abituati a conoscere il marmo grazie alle numerose opere d’arte che ne hanno fatto largo impiego, ma sono molti altri gli usi che possono essere fatti di tale pregiato materiale. Possiamo riassumere in cinque gruppi principali gli utilizzi del marmo: arte, edilizia, urbanistica, oggettistica e arredamento, industria. Arte L’impiego…

Il marmo: le tecniche di trasformazione

Il marmo: le tecniche di trasformazione

Il marmo di Carrara, una volta ridotto in blocchi, viene destinato alle navi che lo attendono al porto per trasportarlo in tutto il mondo, oppure viene trasferito pressi i laboratori che trasformeranno il materiale lapideo in un prodotto lavorato. Una delle principali destinazioni dei blocchi è costituita dalle segherie che…

Il marmo: le tecniche di movimentazione e trasporto

Il marmo: le tecniche di movimentazione e trasporto

La bancata, una volta staccata dal monte, viene dapprima movimentata o ridotta in blocchi quadrati o rettangolari che vanno anch’essi movimentati in modo da rendere più agevole il trasporto dalla montagna verso il piano, dove il marmo viene lavorato, oppure continua il suo viaggio verso il porto di Carrara per…

Il marmo: le tecniche di escavazione

Il marmo: le tecniche di escavazione

Fin dall’antichità, sono stati diversi i metodi utilizzati per estrarre il marmo dalle cave, benché il più sostanziale sviluppo delle tecniche di escavazione si sia registrato solo negli ultimi cento-centocinquant’anni. La fase di “taglio” è quella in cui la “bancata” di marmo (ovvero la porzione da cui verranno ricavati i…

Il marmo: tipi di cava

Il marmo: tipi di cava

La cava è il luogo da cui si escava il marmo. A Carrara, attualmente, esistono ottantuno cave attive suddivise nei tre bacini marmiferi, ovvero i tre canali delle Alpi Apuane che formano la valle del Carrione e su cui insistono i siti estrattivi: il bacino di Torano, il bacino di…

Il marmo: tipi di marmo

Il marmo: tipi di marmo

Le diverse tipologie di marmo non rispondono a categorie di classificazione scientifiche, ma merceologiche e commerciali: per individuare, infatti, le caratteristiche esteriori che il marmo di Carrara può assumere, sono stati introdotti diversi nomi, nati per lo più nel contesto dell’estrazione e della lavorazione (spesso mutuati dal linguaggio popolare o…

Il marmo: composizione e origine del nome

Il marmo: composizione e origine del nome

Il marmo è, scientificamente, una roccia carbonatica originatasi per genesi metamorfica: significa che nasce dalla trasformazione di una roccia preesistente, la cui composizione e struttura hanno subito cambiamenti nel tempo a seguito dell’intervento di diversi fattori chimici e fisici. Nello specifico, il marmo apuano è il risultato della trasformazione di…