Cultura

Il marmo: i principali impieghi

Siamo abituati a conoscere il marmo grazie alle numerose opere d’arte che ne hanno fatto largo impiego, ma sono molti altri gli usi che possono essere fatti di tale pregiato materiale. Possiamo riassumere in cinque gruppi principali gli utilizzi del marmo: arte, edilizia, urbanistica, oggettistica e arredamento, industria.

Arte

L’impiego più noto del marmo è la creazione di opere d’arte: sculture, rilievi, elementi architettonici, decorazioni, monumenti. Nel territorio di Carrara sono diversi i laboratori dove artisti provenienti da tutto il mondo creano sculture che verranno poi esposte alle mostre e nei musei. Un settore particolarmente fiorente dell’impiego artistico del marmo è quello dell’arte funeraria: è un ambito in cui la domanda di marmo è particolarmente alta, e anche in tal caso diversi sono i laboratori artigianali che a Carrara soddisfano le richieste degli acquirenti.

Edilizia

In edilizia il marmo trova larghissimo impiego. Il marmo può essere utilizzato per gli elementi strutturali di un edificio (ne è un esempio lo stesso Duomo di Carrara, interamente realizzato in marmo), benché al giorno d’oggi la competitività di altri materiali più economici abbia enormemente ridotto l’uso del marmo come elemento portante di una costruzione. Permane dunque il largo utilizzo del materiale lapideo estratto dalle cave di Carrara come elemento di rivestimento degli edifici: il marmo è particolarmente apprezzato per le sue caratteristiche estetiche. Pavimentazioni, rivestimenti di pareti, portali, pilastri e camini, colonne, fregi, scalinate, davanzali di finestre e balconi sono i principali elementi degli edifici che possono essere realizzati in marmo.

Urbanistica

Il marmo è particolarmente diffuso negli arredi urbani, a partire dai monumenti fino ad arrivare a lastricature di piazze e strade, fontane, marciapiedi, panchine, portali, basamenti di statue. Il marmo di Carrara è apprezzato in tutto il mondo e opere d’arredo urbano in marmo apuano si trovano in ogni continente.

Oggettistica e arredamento

La bellezza del marmo lo ha reso un materiale particolarmente adatto per la realizzazione di elementi d’arredo e oggetti che decorano abitazioni, uffici, attività commerciali come hotel, bar, ristoranti, negozi, oltre a strutture pubbliche come scuole, ospedali, musei. Il marmo, in tali ambiti, si utilizza per produrre moltissimi oggetti: vasi, fioriere, lampade, tavoli, pianali da cucina, portaoggetti e tanto altro ancora.

Industria

La versatilità del marmo lo rende un materiale adatto anche a scopi industriale. Gli scarti della produzione vengono ridotti in polvere e, a causa delle diverse proprietà del carbonato di calcio di cui il marmo apuano è composto, vengono destinati a diversi ambiti: il carbonato di calcio, infatti, viene utilizzato come materiale abrasivo (anche nei dentifrici), come base di cosmetici e prodotti farmaceutici, come base per coloranti e vernici, per la produzione di carta, colla, plastiche e materiali isolanti, nell’industria alimentare e come elemento per abbattere le emissioni delle centrali elettriche a carbone.

No comments yet! You be the first to comment.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *